Contenuto principale

tecnologia

 

TECNOLOGIA E MULTIMEDIALITÀ

 

Uno dei requisiti fondamentali per poter cominciare a pensare in modo costruttivo alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nell’ambito della didattica, è quello di considerare che le tecnologie hanno implicazioni profonde ed innegabili nei processi cognitivi e di pensiero delle persone che le utilizzano. L'uso delle nuove tecnologie in ambito didattico non sono solo risorse di notevole valore nel processo di insegnamento-apprendimento, ma sono anche una risposta ai nuovi bisogni posti dalla nostra società e dal vivere quotidiano.

Per questo motivo il nostro Istituto attiva progetti di approfondimento nell'uso delle nuove tecnologie e dei linguaggi multimediali.

 PROGETTO CODING
Nel decreto “Buona scuola” è previsto l’insegnamento nelle scuole del coding.
Per “Coding”, si intende la stesura di un programma attraverso un linguaggio informatico.
Gli esperti concordano sul fatto che il coding aiuti lo sviluppo di alcune abilità cognitive nei ragazzi, affini la capacità di problemsolving e di elaborazione di processi mentali complessi: come spiega il Miur , “il lato scientifico-culturale dell'informatica, definito anche pensiero computazionale, aiuta a sviluppare competenze logiche e capacità di risolvere problemi in modo creativo ed efficiente, qualità che sono importanti per tutti i futuri cittadini. Il modo più semplice e divertente di sviluppare il pensiero computazionale è attraverso la programmazione (coding) in un contesto di gioco”.
L’obiettivo finale è aiutare i ragazzi ad affrontare le tecnologie del futuro in qualità di utenti attivi e non consumatori passivi.
Le lezioni di coding prevedono:

  • la soluzione di problemi concreti attraverso le regole della logica tipiche dell’informatica e del pensiero computazionale, usando anche momenti ludici;
    l’acquisire un’alfabetizzazione digitale;
  • l’acquisizione del linguaggio di programmazione;
  • lo sviluppo delle capacità di progettazione e programmazione attraverso attività pratiche laboratorialicurricolari ed extracurricolari

Essendo il coding un’attività che sviluppa competenze trasversali, non è prevista l’introduzione di una nuova disciplina; si tratta piuttosto di introdurre nelle discipline già esistenti attività propedeutiche e ludiche specifiche per almeno un’ora al mese.